News

L’andamento dell’economia bresciana. Criticità e possibili sviluppi con il presidente dell’Ordine dei commercialisti

Adriano Baffelli intervista il presidente dell’Ordine dei commercialisti e degli esperti contabili di Brescia, il dottor Michele de Tavonatti, nel primo numero 2020 di Costruire il futuro.

Per promuovere la crescita del territorio bresciano bisogna puntare a un costruito ecocompatibile, ma sono necessarie azioni defiscalizzanti. Questo il suggerimento del presidente dell’Ordine dei commercialisti Michele de Tavonatti che, nell’intervista condotta da Adriano Baffelli, ha indicato quali sono le criticità e i possibili sviluppi economici e amministrativi del panorama imprenditoriale bresciano.
“Ritengo che le imprese seguendo ambiti di operatività nel campo delle ristrutturazioni, ovvero delle riconversioni delle aree industriali dismesse, potranno raggiungere obiettivi di redditività positivi e anche una più veloce commercializzazione del prodotto finito” precisa il presidente dell’Ordine. “Inoltre, puntando su costruzioni ecocompatibili – continua –, il settore edile avrà nuovo slancio per alcuni decenni, ma sarà di fondamentale importanza una politica pubblica di promozione delle opere infrastrutturali abbinata a concrete azioni defiscalizzanti per cittadini e imprese”.
L’auspicio del presidente de Tavonatti è che la provincia bresciana riesca a organizzare un comparto pubblico-infrastrutturale migliore, sull’esempio delle politiche urbanistiche e di mobilità pubblica nord-europee. “La metropolitana, infrastruttura che ci invidiano in tutta Europa, - afferma de Tavonatti - ha condizionato e condiziona le valorizzazioni degli immobili e ha dato un forte impulso positivo al traffico privato cittadino oltre ad una nuova vitalità al trasporto pubblico”. La direzione presa, quindi, è quella giusta: costruzioni e mobilità green saranno il futuro del nostro territorio.

News