Brescia Next

Brescia Next 2020 > 2050: quale sviluppo per la quinta area economica del Paese?

La Baffelli Communication lavora alla comunicazione dell’iniziativa Brescia Next 2020 > 2050, nata in seno a Campus Edilizia Brescia. Il progetto ha debuttato nell’Auditorium della Camera di Commercio presentando una ricerca del Cresme, che fornisce un’approfondita analisi del territorio bresciano proiettato nel 2050. Quale futuro per la quinta area economica italiana? A questo impegnativo quesito si propone dare risposta l’iniziativa Brescia Next, spin-off progettuale di Campus Edilizia Brescia, che dopo intensi mesi di lavoro lontano dai riflettori ha registrato la prima occasione pubblica nell’Auditorium della Camera di Commercio di Brescia. Per i partecipanti al Campus: Eseb, Ance Brescia, Cape, Ordine degli Ingegneri, Ordine degli Architetti, Collegio Geometri, Comune di Brescia, Università degli Studi di Brescia, Associazione Industriale Bresciana, con il patrocinio della Camera di Commercio, si tratta di un primo passo, non di una tappa d’arrivo, di un percorso allargato e inclusivo delle migliori energie private e pubbliche. Un cammino che vuole contribuire a rendere Brescia e la sua provincia attrattivi, non solo richiamando sul piano interno nuovi abitanti, studenti universitari, professionisti, ma aprendosi anche con decisione a investitori e progetti internazionali.

In occasione del primo incontro pubblico è stato presentato l’esaustivo studio commissionato da Campus all’istituto di ricerca Cresme, che ha analizzato lo stato e i possibili scenari economici e demografici della provincia bresciana. Il rapporto ha approfondito temi di rilievo quali: investimenti e valore della produzione nell’ambiente costruito, mercato immobiliare e opere pubbliche, fornendo i dati sul posizionamento di Brescia e delle altre città italiane nelle classifiche sulla qualità della vita, uno degli aspetti che il tavolo di lavoro intende mettere a fuoco da vicino, avanzando proposte concrete per un deciso miglioramento dell’attuale posizione della città.

Il rapporto del Cresme è riportato per intero in una pubblicazione di circa 200 pagine che fornisce chiavi di lettura indispensabili per la comprensione degli scenari sociali, economici e demografici attuali e attiva un dialogo sui temi fondamentali della società moderna. Offrendo un chiaro riferimento dal quale cominciare per una spinta all’innovazione, al benessere e a una migliore qualità della vita a partire dalla filiera del costruito. Il libro ospita anche gli interventi e le proposte emerse in occasione dell’apposita giornata di confronto e riflessioni sullo sviluppo e sul futuro di Brescia e provincia.

Guarda gli altri progetti

news